È ufficiale: Palermo si prepara ad accogliere la dodicesima edizione di “Manifesta 2018”, biennale d’arte contemporanea nota in tutta Europa, e diventa così capitale della cultura.

Dopo aver scalato la classifica delle città candidate a ospitare la biennale, superando con audacia capitali come Praga, Palermo risulta città ideale per ospitare la manifestazione migrante e se ne avvantaggia.

Avere “Manifesta 2018” a Palermo è sintomatico di come il capoluogo siciliano sia riuscito a creare valide condizioni per rafforzare la sua identità culturale, internazionale oltre che nazionale.

Condizioni queste indiscutibili e apprezzate ovunque: con radici locali ben radicate e una storia aperta a tutti, Palermo, così come la Sicilia intera, hanno nell’animo un grado elevato di multiculturalità, confermato perfino dagli eventi recenti che hanno reso l’isola e il capoluogo siciliano protagonisti inconsapevoli.

Il cuore mediterraneo e al contempo mediorientale della città, già abbondantemente ammirato in occasione dell’Expo, esce ancora una volta allo scoperto per lasciare a bocca aperta tutt’Europa.

La cultura arabo-normanna e le frontiere capaci di generare identità e memorianell’animo di ogni singolo essere umano saranno i temi principali della biennale e d’altronde non poteva essere altrimenti.

L’evento, che parte dalla base e si disloca in varie sedi della città, punta a rendere Palermo un palcoscenico strategico dove ascolto e creatività sono d’obbligo.

Sono ancora tanti gli aspetti da definire. È ancora presto per discutere del programma ma si è già parlato della durata della manifestazione che l’Authority del Turismo suggerisce inizi a ottobre e finisca a marzo, così da intercettare nuovi flussi turistici.

Le polemiche su costi e organizzazione dell’evento non hanno tardato ad arrivare ma, se Palermo vincesse la scommessa, diventerebbe una delle principali capitali del turismo nazionale e europeo.

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra secondo la nuova normativa Regolamento Ue 2016/679 maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi